accesso instagram da altro dispositivo

Come vedere profili privati Instagram senza doverli per forza seguire?

A tavola, in spiaggia, al cinema, sull’autobus, a scuola, al ristorante e addirittura mentre camminano o vanno in bicicletta… i giovani hanno sempre costantemente il telefono in mano, e trascorrono in media fino a sei ore al giorno attaccati allo smartphone, tanto da essersi guadagnati il poco lusinghiero appellativo di “generazione dal capo chino”.

Cosa ci sarà mai di così urgente da vedere sul telefono in continuazione? Con chi è che chattano a qualsiasi ora del giorno e della notte? Alzi la mano chi, vedendo i propri figli o il partner distanti e con lo sguardo perennemente fisso sul feed di Instagram non ha avuto almeno una volta la tentazione di controllare con chi chattano in Direct, chi seguono e a quali contenuti mettono Like e commenti. 

Hai notato, però, che il loro profilo è impostato come privato e risulta, di fatto, inaccessibile? Accorriamo noi in tuo aiuto. Abbiamo realizzato questa pratica guida proprio per illustrarti come vedere i profili privati su Instagram senza seguirli.

Come rendere privato il proprio profilo Instagram?

Impostando il proprio profilo Instagram come privato, solo i tuoi follower potranno vedere i post, le foto, i video e le storie che pubblichi. Gli utenti che non rientrano nella tua lista dei follower, invece, non potranno vedere praticamente nulla. Sotto all’immagine del profilo e la biografia apparirà chiaro e tondo il messaggio “Questo account è privato. Segui per vedere le foto e i video”. 

Quando un utente ti invia una richiesta di follow, sta a te scegliere se accettarla o rifiutarla. Accettando la richiesta, l’utente diventerà un tuo follower e potrà visualizzare le foto, i video, le storie che pubblichi e l’elenco dettagliato dei profili che segui e che ti seguono. Rifiutandola, invece, continuerai a negargli la possibilità di vedere i tuoi contenuti. Rendere privato il proprio profilo permette, quindi, di scegliere di volta in volta chi può vedere cosa viene pubblicato.

Impostare il profilo Instagram come privato è molto semplice. Non dovrai fare altro che:

  1. Aprire l’app di Instagram.
  2. Fare tap sull’immagine del profilo in basso a destra.
  3. Fare tap sulle tre linee orizzontali in alto a destra.
  4. Selezionare la voce Impostazioni.
  5. Fare tap su Privacy.
  6. Accedere a Privacy dell’account.
  7. Attivare l’opzione relativa all’account privato semplicemente spostando la levetta su ON in corrispondenza della voce Account privato.
  8. Confermare l’operazione selezionando OK nel riquadro che compare. 

La procedura è la stessa sia per i dispositivi Android che per gli iPhone. Qualora cambiassi idea e volessi rendere pubblico il tuo profilo, dovrai semplicemente ripetere l’operazione e spostare su OFF la levetta in corrispondenza della voce Account privato.

È possibile vedere account privati Instagram senza essere follower?

Prova a cercare sui motori di ricerca “come vedere profilo privato Instagram” o “accesso Instagram da altro dispositivo”. Otterrai centinaia di milioni di risultati, il che sta a indicare che, sì, è possibile aggirare il sistema e visualizzare i contenuti di qualsiasi account Instagram, anche qualora fosse impostato come privato. 

Ma non fidarti di tutto quello che trovi in rete. La maggior parte dei risultati porta a soluzioni inefficaci, e talvolta fraudolente, dannose e che possono danneggiare il tuo dispositivo. Tieni gli occhi bene aperti. Molto spesso si tratta di siti scam che millantano di offrirti in pochi istanti la possibilità di accedere ad account Instagram altrui da remoto, a fronte, però, di richieste che dovrebbero immediatamente metterti in allerta. Capita che per ottenere le credenziali di accesso venga richiesto di cliccare su link sospetti, scaricare programmi, compilare non meglio specificati sondaggi, e talvolta addirittura fornire le coordinate bancarie e i dati della carta di credito.

Non fidarti. Si tratta di subdoli escamotage messi in atto da scammer, pirati informatici, hacker e cybercriminali per carpire i dati sensibili degli utenti, diffondere malware e perpetrare truffe digitali.

come vedere le attività di una persona su instagram

Come vedere profilo privato Instagram: i metodi che abbiamo testato

Stai cercando consigli e indicazioni su come vedere le attività di una persona su Instagram e tenere d’occhio cosa pubblica anche se il suo profilo è impostato come privato? Abbiamo condotto un’approfondita ricerca in rete e abbiamo testato personalmente diversi metodi. Illustriamo di seguito quelli che, a nostro avviso, sono risultati essere i più efficaci. 

Metodo 1. Inviare all’utente una richiesta di follow

Il modo più semplice, diretto e immediato per vedere profili privati Instagram è diventare follower degli utenti in questione. Tuttavia, trattandosi di un profilo privato, occorre inviare una richiesta, che, a discrezione dell’intestatario, può essere accettata o rifiutata. Può anche capitare che la richiesta venga ignorata e lasciata in sospeso. 

Pertanto, inviare una richiesta di follow su Instagram alla persona in questione rappresenta il modo più immediato per esaminare il suo profilo, vedere cosa pubblica, quali profili segue e chi sono i suoi follower, ma, qualora la richiesta non venisse accettata, la possibilità di visionare i contenuti è, di fatto, negata. 

Inoltre, se l’utente in questione ti ha bloccato, non puoi interagire in alcun modo con il suo profilo, né tantomeno inviare una nuova richiesta di follow.

Metodo 2. Controllare altri social network

Se non puoi o non vuoi seguire l’utente in questione su Instagram, o la tua richiesta di follow è stata rifiutata, puoi provare a ricorrere a strategie trasversali che, con un po’ di fortuna, potrebbero permetterti di visionare i contenuti pubblicati.

Per vedere account privati Instagram puoi provare a utilizzare altri social media, come Facebook. Da quando la celebre community di videophotosharing è stata acquistata dal grande social blu, pubblicare contenuti in simultanea sulle due piattaforme è diventato un gioco da ragazzi. La maggior parte degli utenti, infatti, imposta di default la condivisione automatica dei contenuti di Instagram sul proprio profilo Facebook, senza dover ripetere di volta in volta l’operazione di caricamento.

Per tenere d’occhio cosa fa una persona, pertanto, puoi provare a dare un’occhiata al suo profilo Facebook. Talvolta gli utenti condividono i propri post anche su altre piattaforme, come Twitter, Pinterest e LinkedIn. 

Insomma, armati di pazienza, fai qualche ricerca online e tieni d’occhio i vari profili social della persona che desideri monitorare. Se l’utente in questione usa solo Instagram, purtroppo questo metodo non è applicabile. Stesso discorso se il suo profilo Facebook è blindato.

Metodo 3. Creare appositamente un nuovo account

Iscriverti a Instagram in incognito e creare un profilo falso con il preciso scopo di diventare follower di una determinata persona è, a livello teorico, un metodo efficace per vedere un profilo privato Instagram e accedere ai suoi post e alle sue stories. 

Utilizzando un account nuovo e non riconducibile alla tua identità, l’utente in questione difficilmente capirà che ci sei proprio tu dietro quel profilo apparentemente anonimo. 

Occorre, però, agire di astuzia, aguzzare l’ingegno e avere parecchio tempo a disposizione per creare un profilo che appaia quanto più credibile possibile. Si consiglia di: 

  1. Scegliere un nome verosimile;
  2. Aggiungere un’immagine del profilo che non risulti palesemente fake;
  3. Aggiungere almeno una ventina di foto al profilo; 
  4. Aggiungere qualche informazione alla biografia, come ad esempio città di residenza, età e professione;
  5. Seguire qualche profilo, evitando però di diventare follower di utenti già in contatto con la persona da monitorare;
  6. Attendere di avere almeno un centinaio di follower;
  7. Dispensare like e commentare attivamente i contenuti pubblicati da altri utenti;
  8. Specificare che si è single.

Affinché il profilo non risulti sospetto, evita di utilizzare foto di donne procaci in bikini o uomini belli e impossibili, che potrebbero indurre l’intestatario del profilo a pensare che si tratti di esche sessuali, truffe romantiche, bot, cyber predatori o tentativi di phishing o catfishing. Scegli foto verosimili, magari attingendo da apposite piattaforme che mettono a disposizione gratuitamente immagini non coperte da copyright. Evita altresì di spacciarti per celebrità e personaggi famosi, per non sconfinare nell’illegalità.

Si consiglia di specificare la città di residenza, scegliendo un luogo né troppo vicino né troppo lontano da dove vive la persona che desideri monitorare. Scegliere una località nella stessa regione ma poco frequentata dall’utente in questione può essere una mossa astuta per giustificare il fatto di non avere contatti in comune su Instagram. Ad esempio, se la persona in questione vive a Varese, puoi indicare Lodi o Pavia come città di residenza.

Se possibile, crea appositamente un nuovo indirizzo email temporaneo da collegare al profilo falso, per scongiurare il rischio che gli utenti possano risalire alla tua identità. Evita assolutamente di usare il tuo recapito telefonico personale.

Una volta creato il profilo falso, però, si ripresenta la stessa problematica illustrata in precedenza, che rischia di vanificare tutto il lavoro svolto per rendere il profilo quanto più verosimile e credibile possibile. Se la persona che vuoi monitorare ha impostato il suo profilo come privato, non sarà possibile accedere allo stesso senza diventare suo follower. È, pertanto, necessario inviare una richiesta di follow. Tieni presente che, non conoscendovi, il rischio che la persona in questione lasci la richiesta in sospeso è molto, molto elevato.

Se la richiesta viene accettata, potrai visionare post, foto, video, IG story, follower e profili seguiti. Se, invece, viene rifiutata o lasciata in sospeso non potrai vedere nulla oltre all’immagine del profilo e all’eventuale breve frase di presentazione inserita nella biografia. In questo caso si consiglia di procedere immediatamente con l’eliminazione del profilo, poiché creare un account falso è una pratica al limite della legalità. Ricordiamo, infatti, che utilizzare senza autorizzazione il nome, le immagini e le informazioni personali di qualcun altro rientra nel reato di sostituzione di persona e trattamento illecito di dati personali, punibile ai sensi di legge.

vedere account privati instagram

Metodo 4. Utilizzare il browser Chrome

Per vedere account privati su Instagram puoi provare un metodo scoperto qualche anno fa, che, in teoria, permette di vedere le foto pubblicate anche senza seguire il profilo in questione. Si tratta, però, di un’operazione piuttosto complessa e che richiede una buona dimestichezza con l’informatica. 

Occorre, innanzitutto, che qualcuno di tua conoscenza segua il profilo da monitorare, e possa accedere a instagram.com da PC utilizzando il browser Chrome. È necessario che la persona che segue quell’utente apra una delle foto presenti nella galleria del profilo, clicchi con il tasto destro del mouse sull’immagine e selezioni la voce “Ispeziona”.

A questo punto si apriranno gli strumenti dello sviluppatore di Chrome. Nella barra laterale, clicca su Network e sul tag HTML img. Compariranno dei file immagine nello spazio sottostante, di cui in genere l’ultimo è quello relativo alla foto del profilo privato. Copia, quindi, l’indirizzo URL e incollalo nel browser per visualizzare l’immagine. Così facendo, potrai vedere i contenuti in maniera totalmente anonima, senza dover seguire il profilo in questione.

Come puoi vedere, però, si tratta di un’operazione piuttosto laboriosa, complessa e complicata. Molto più semplicemente, se conosci qualcuno che è follower dell’utente che ti interessa, puoi provare a chiedere che ti venga mostrato direttamente il suo profilo o che ti vengano inviati gli screenshot delle singole immagini. 

Metodo 5. Utilizzare uno spyware

Ricorrere all’ausilio di un apposito spyware è di gran lunga la soluzione migliore e più efficace per controllare il profilo Instagram di un altro utente, e non solo. 

Con un’app spia come mSpy puoi monitorare a distanza l’intera attività telefonica di un’altra persona, incluso il suo profilo Instagram, a prescindere che sia pubblico o privato. Con mSpy puoi persino leggere le conversazioni in Direct a distanza dal Pannello di Controllo, il fulcro del programma. Nessun altro metodo permette di accedere alla messaggistica privata, che può essere controllata solo ed esclusivamente ricorrendo all’uso di appositi strumenti, come le spy app.

Come funziona mSpy? È molto semplice. Dopo l’installazione, non dovrai fare altro che effettuare il login, accedere al Pannello di Controllo, e sulla sinistra troverai elencate le varie voci corrispondenti alle funzionalità offerte dal software, che permettono di monitorare a distanza le attività della persona sorvegliata sia online che offline. 

Selezionando la voce Messaggi di Instagram potrai ottenere l’accesso remoto al profilo in questione e controllare: 

  • Scambi di messaggi su Instagram Direct;
  • Data e ora in cui i messaggi sono stati inviati e ricevuti; 
  • Nomi dei profili e relative immagini;
  • Geotag; 
  • Commenti; 
  • Utenti taggati; 
  • Foto e video inviati e ricevuti.

Come puoi vedere, con mSpy puoi effettuare un controllo di gran lunga più ampio e approfondito dell’attività su Instagram di quanto sia concesso fare diventando follower dell’utente in questione o ricorrendo ad altri metodi.

Sui dispositivi Android potrebbe essere necessario eseguire il rooting per usufruire delle funzionalità più avanzate, come il controllo delle chat su Instagram Direct. Analogamente, sui dispositivi con sistema operativo iOS occorre eseguire il jailbreak.

E c’è di più. Il software mSpy – da non confondere con mSpyitaly, un programma differente – è più di una semplice app per vedere i messaggi degli altri su Instagram. Con mSpy puoi effettuare da remoto un monitoraggio a 360 gradi dell’attività telefonica e digitale di un altro utente. 

Quali sono le caratteristiche di mSpy?

Come accennato, il programma mSpy offre un’ampia gamma di funzioni avanzate, tra cui la possibilità di: 

  • Accedere al registro delle chiamate e controllare le chiamate in entrata e in uscita; 
  • Leggere le chat su WhatsApp, Skype, Telegram, Kik, Viber, LINE, Google Hangouts e WeChat;
  • Controllare l’attività su Facebook, Tinder, Snapchat, ecc.; 
  • Monitorare la cronologia di navigazione; 
  • Vedere le applicazioni scaricate sul dispositivo;
  • Visionare foto, video e file inviati, ricevuti, scaricati e condivisi; 
  • Controllare i contatti presenti nella rubrica; 
  • Vedere messaggi di testo, email e MMS inviati, ricevuti ed eliminati.
  • Rilevare la posizione GPS e seguire gli spostamenti;
  • Accedere alla galleria fotografica;
  • Controllare i dati delle reti Wi-Fi utilizzate per la connessione a internet;
  • Bloccare le chiamate in arrivo da determinati numeri; 
  • Impedire l’accesso a determinate app e contenuti dannosi o illegali, come la pornografia e il dark web.

Con mSpy puoi persino impostare sulla mappa delle specifiche aree off-limits con il servizio di geofencing, e ricevere una notifica ogni qualvolta la persona monitorata vi acceda. Qualora necessitassi di assistenza, un valido servizio di customer care è disponibile 24 ore su 24 via chat, email e telefonicamente. 

Insomma, il programma mSpy è una risorsa utile e preziosa, in grado di coniugare efficacia, affidabilità, facilità di utilizzo, attenzione al cliente e un ottimo rapporto qualità/prezzo. 

Sul mercato sono disponibili altri software di questo genere con funzionalità altrettanto potenti e avanzate, ma molto spesso i costi da capogiro e il funzionamento criptico ne circoscrivono l’uso a esperti informatici e maghi del computer.

Metodi e app per vedere i messaggi degli altri su Instagram: conclusioni 

In questa mini-guida su come vedere profili privati Instagram abbiamo illustrato, a titolo informativo, le modalità con cui è possibile visualizzare i contenuti pubblicati su un profilo, anche nel caso in cui lo stesso fosse impostato come privato. 

Tuttavia, la maggior parte dei servizi che si trovano in rete sono del tutto inefficaci, e talvolta fraudolenti e dannosi. Ricorrendo a metodi al limite della legalità, come creare profilo fake, ci si deve accontentare di vedere ciò che l’intestatario decide di pubblicare sul suo profilo. 

Con uno spyware come mSpy, invece, puoi ottenere l’accesso remoto all’account Instagram in questione, indipendentemente che sia impostato come pubblico o privato, passarlo al setaccio e accedere a un ampio ventaglio di informazioni, come vedere i messaggi su Instagram, leggere le conversazioni in Direct ed effettuare un monitoraggio completo e approfondito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *